L’esperienza fatta con Maria della danza del sistema digestivo e` stata sorprendente. Dopo aver disegnato il sistema digerente ,mentre lo guardavo e incominciavo a danzarlo, mi sono accorto che la mia bocca non aveva i denti. Infatti nella mia vita reale e` proprio cosi` io mastico veloce, non gusto il cibo, quasi come se non usassi i denti. Vado sempre molto veloce e in questa maniera stressoe  sovraccarico lo stomaco e gli altri organi. Ma  la novitta` assoluta e` di aver percepito il lavoro dell’intestino tenue e in particolare della valvole e sfinteri  che discriminano quali sostanze eliminare e quali assorbire.Cosi come dal punto di vista emotivo attraverso i plessi nervosi nell’intestino tenue scegliamo le emozioni. In questo aprirsi e chiudersi delle valvole ho sentito il mio potere cosciente di eliminare reazioni difensive,sofferenze trattenute oltre il dovuto, risentimenti,rivalse e altrte emozioni acide.  E` statoun viaggio danzante che mi illuminato. Questa e` la bellezza del lavoro di lasciar parlare il corpo in maniera spontanea non filtrato dalla corteccia frontale.

Grazie Maria per aver facilitato in maniera discreta ma vigile questo ricco processo.

Bruno, psicoterapeuta